Ricerca sul sito
03/11/2016 - NEWS

DICHIARAZIONI TERRE E ROCCE DA SCAVO

La normativa nazionale impone che, per le attività in cui è previsto il riutilizzo delle terre e rocce da scavo prodotte in quantità minore di 6.000 mq., qualificabili ai sensi del D.Lgs 152/2006 e s.m.i. come sottoprodotti, il proponente o produttore deve attestare il rispetto di specifiche condizioni, tramite una dichiarazione resa all'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente (ARPAV) e al Comune di competenza.

Nella dichiarazione obbligatoria devono essere indicate le quantità destinate all'utilizzo, il sito di deposito, nonchè i tempi previsti per l'utilizzo.

Il Servizio Osservatorio Suolo e Bonifiche dell'ARPAV di Treviso ha predisposto un applicativo informatico, al quale l'utente che ha l'obbligo dell'invio della dichiarazione deve registrarsi, seguendo la procedura.
La registrazione permetterà di inviare la dichiarazione, sia nel caso di riutilizzo delle terre e rocce "in situ", che "extra situ".

Alla seguente pagina del sito Arpav (http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/suolo/terre-e-rocce-da-scavo) sono presenti tutte le informazioni di natura normativa, il link per accedere all'applicativo, oltre che una serie di FAQ utili.

Maggiori informazioni, nella comunicazione ARPAV ricevuta dal Comune.